“Nessuno dovrebbe perdere  il proprio posto di lavoro a causa dell’epidemia. Con uno stanziamento di 10,2 miliardi di euro, viene garantita la tenuta  dell’occupazione e dei redditi, potenziando l’intero impianto degli ammortizzatori sociali: la Cassa integrazione  e il Fondo d’integrazione salariale,  per l’intero territorio nazionale e per tutti i settori produttivi, incluse le attività con meno di cinque dipendenti. Stiamo affrontando una condizione lavorativa  che per la sua natura è rivolta a quelle fasce lavorative che non hanno accesso ai principali ammortizzatori sociali. A tal proposito si è intervenuti per assicurare un sostegno al reddito per i lavoratori non coperti dalla cassa integrazione in deroga come gli stagionali, quelli del settore del turismo, gli autonomi  (tra cui i lavoratori del settore dello spettacolo  e i lavoratori a tempo determinato). Dunque tutti, difronte ad una realtà delicata come questa che stiamo affrontando, saremo tutelati con uno stanziamento complessivo di 4 miliardi di euro. La Cassa integrazione in deroga verrà estesa per l’intero territorio nazionale. Per quanto riguarda le aziende e i lavoratori autonomi, esiste un fondo di integrazione salariale, che copre le aziende da 5 a 50 dipendenti si potrà prendere l’assegno ordinario in deroga  tra 5 e 15. Viene inoltre istituito il fondo per il reddito di ultima istanza da 300 milioni di euro che include incentivi per la sanificazione e la sicurezza sul lavoro, incentivi ai lavoratori e per il lavoro agile. Tutti abbiamo la consapevolezza  di trovarci in una crisi eccezionale, come ha dimostrato la proposta della Commissione Europea di escludere dal deficit tutte le spese connesse all’emergenza del Coronavirus e di sospendere l’applicazione delle regole stringenti sugli aiuti di Stato. La riflessione che ognuno di noi sta facendo è rivolta a come lanciare un forte stimolo  comune di bilancio, attivando la clausola di sospensione del patto di stabilità. Ne usciremo vincitori, se tutti risponderemo in maniera decisa, valorizzando le garanzie costituzionali nella democrazia.”

Valeria Singetta, referente per la provincia di Matera associazione culturale Forza Civica

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *